Documentazione tecnica

Pannelli Fonoassorbenti

Pannelli fonoassorbenti applicati su una parete Kristal 5 // Acoustic panels applied on a partition Kristal 5

Devi diminuire il riverbero all’interno di un ufficio o una sala riunioni? Vuoi migliorare l’acustica all’interno di un open space
Bene, questo articolo può aiutarti a capire come fare e cosa scegliere per creare una dimensione dove il suono non sovrasti il silenzio, il parlato sia più nitido e dunque le persone più riposate e concentrate.

Partiamo dal riverbero: si tratta di un fenomeno acustico legato alla riflessione dell’onda sonora da parte di un ostacolo posto davanti alla fonte sonora e dipende dalla dimensione dell’ambiente e dalla natura delle pareti investite dal suono. Se il tempo di riverbero è troppo lungo, l’ambiente si dice  rimbombante e i suoni tendono a fondersi riducendo la comprensibilità del parlato.

E proprio negli ambienti riverberanti che vengono inseriti i pannelli fonoassorbenti, realizzati con lo scopo di assorbire il suono e quindi di trattare acusticamente un ambiente.
Come scegliere il pannello giusto tra i tanti disponibili sul mercato? Basta fare attenzione al coefficiente di fonoassorbimento ponderato secondo la norma UNI EN ISO 11654. Il valore ha un minimo di 0, che significa nessuna assorbenza, e un massimo di 1, che significa assorbimento assoluto. I pannelli Arcadia sono certificati Classe A altamente assorbenti, con coefficiente che oscilla tra 0,90 e 1 per quanto riguarda il range di frequenza del parlato. I pannelli fonoassorbenti Arcadia sono realizzati in fibra di poliestere riciclata, termoformata con bordi tagliati a laser.